Riuscire a immaginare come si diventerà e dove si arriverà tra qualche anno non è sempre semplice. Soprattutto quando a chiederlo è un selezionatore durante un colloquio di lavoro. Eppure, la domanda “Come ti vedi tra 5 anni?” è uno dei must nelle interviste lavorative. Aiuta infatti a identificare e valutare quali sono ambizioni e aspirazioni di chi ci si trova davanti. Alcuni consigli? Evidenziare i progressi che si possono fare, dichiarare la propria proposta di valore, raccontare i propri obiettivi di crescita professionale. Guarda il video con i consigli della psicologa del lavoro Cristina Coppellotti e scopri come rispondere a “Come si vede tra 5 anni?” durante un colloquio lavorativo.

 

 

 

> Leggi anche:

“Quali sono i tuoi pregi e difetti?”: ecco come rispondere durante un colloquio di lavoro

Il colloquio? È out: ecco le nuove modalità di selezione della Generazione Z

Rendi efficace il tuo profilo LinkedIn con questi consigli

Pubblicato il: 23 febbraio 2018
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Lorena Capoccia
CEO
Carola Villafranca Soissons
AD di Proposition
Paola Fico
Head of Primary Markets and Regulatory Compliance
Federica De Medici
Investor Relations

Scopri