È considerato il caso letterario dell’ultimo anno, ha venduto più di tre milioni di copie nel mondo ed è stato pubblicato in oltre 30 paesi. L’autrice è Marie Kondo, già famosa per il bestseller mondiale “Il Magico Potere del Riordino”, che torna a far parlare di sé con “96 lezioni di felicità”, il nuovo libro che ha messo ordine nella vita di oltre 5 milioni di persone. Ma si può veramente imparare a essere ordinati? E se si, quanto è importante l’ordine per la propria produttività lavorativa? Secondo la Kondo “con una scrivania ordinata, la vostra efficienza al lavoro è destinata a crescere”. E quindi, perché non provare fin da subito? Ecco allora gli essenziali consigli di felicità pensati apposta per te.

 

30 minuti per conservare solo quello che ti serve
Fogli, fogliettini, ritagli di giornale e post it colorati vanno benissimo per esprimere la tua creatività, ma cerca di non conservarli insieme ai documenti di lavoro. Il lavoro è una cosa, il tempo libero un’altra. La scrivania dell’ufficio deve essere la testimone di quello che succede solamente nel contesto lavorativo. Elimina ciò che non ti serve, conserva i documenti che possono tornarti utili e riordina per categorie: libri, carte e altri oggetti misti. Ps: evita i doppioni (pinzatrice, forbice, scotch…) Ne basta uno per tipologia! L’importante è abbondare di idee, non di cancelleria 😉


10 minuti per dedicarti alla pulizia
Lo sai che alcune ricerche sostengono che le tastiere dei computer ospitano più batteri che le toilette pubbliche? Quindi, dopo aver conservato i documenti utili e buttato tutto ciò che non ti serve, dedica 10 minuti del tuo tempo alla pulizia della scrivania. Avrai bisogno di un panno per spolverare e di una spugnetta umida per disinfettare.


15 minuti per cercare il contenitore giusto
Ce ne sono di tutti i tipi: colorati, tinta unita, di cartone o di plastica. Poco importa come sia il contenitore dove deciderai di archiviare i tuoi documenti, l’importante è la selezione; deve essere pensata e fatta con criterio. Fai così: scegli tre contenitori (bastano e avanzano!) e prova a etichettarli con una sigla, ad esempio “documenti utili”, “pratiche in entrata”, “archivio”. Sarà più semplice trovare i fogli che ti servono e la ricerca affannata dei documenti non sarà più un problema.


20 minuti per gestire il reparto di archiviazione
Quando decidi di archiviare dei documenti, non farlo a caso. Anche la conservazione di pratiche importanti deve essere fatta con scrupolo. La regola è una: pensi che quel documento potrà tornarti utile in futuro? Se la risposta è si, deve essere archiviato. Se la risposta è no, dritto nel cestino senza inutili ripensamenti. E se il font di un documento inutile ti piace particolarmente? Nessun problema, infilalo in borsa e portalo a casa (dove sicuramente avrai uno spazio in cui conservare le tue cose personali).


15 minuti per traferire gli appunti dal foglio all’agenda
Un cliente ti ha chiamata dicendoti che l’appuntamento di domani è anticipato di un’ora. E tu, nella fretta, hai segnato il cambio d’ora su un foglietto? Sbagliato! Prendi agenda o block notes e scrivi tutti i tuoi appuntamenti o cose da fare in una griglia specifica. La tua mente deve essere organizzata sulle effettive cose da fare, non rischiare di entrare nel panico perché non trovi da nessuna parte quel fastidioso foglietto volante.


Quanto tempo vuoi per farla personalizzata (senza esagerare!)
È la tua scrivania dell’ufficio, ma anche lo spazio (piccolo o grande che sia) in cui passi la maggior parte del tuo tempo, quindi è bene renderlo accogliente e personalizzato. Scegli una foto, un disegno o una pianta che possano rendere la scrivania uno spazio confortevole e più adatto alla tua personalità (ti renderà felice e ti aiuterà a rilassare anche la mente). L’unica raccomandazione? Come in tutte le cose, non esagerare! Sei pur sempre nel tuo ufficio 😉

 

Pubblicato il: 17 febbraio 2017
Categoria: Tag:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Patrizia Tornambè
Avvocato
Carola Villafranca Soissons
AD di Proposition
Valentina Serri
Partner Creattività
Angela Di Luciano
Editor

Scopri