Lauretta Filangieri

Responsabile Focal Point Innovazione e Change Management

Milano

Di cosa mi occupo:
Lavoro in azienda e per l'azienda, per trovare modi nuovi per raggiungere meglio e con più soddisfazione gli obiettivi aziendali, garantendo allo stesso tempo il benessere delle persone con cui lavoro e la soddisfazione dei clienti, Mi impegno a facilitare i nostri processi di cambiamento e innovazione. Amo trovare modi sempre nuovi per ingaggiare le persone e attivare la loro energia per convogliarla su mondi nuovi. Ho una lunga esperienza nel marketing e commerciale, digital e organizzazione. Da qualche anno ho arricchito queste competenze con la certificazione di coach (sono coach ICF con credenziali ACC) e di programmazione neurolinguistica (ho il diploma Practitioner rilasciato dalla INLPTA).

Sono conosciuta per:
Per dare un contributo, anche se piccolo, a tutte quelle donne che hanno bisogno di un confronto, di un aiuto a chiarire i propri obiettivi o come raggiungerli per realizzare ancora meglio il proprio potenziale inespresso.

Competenze:
Strategia, Marketing, Customer Experience, Innovazione, Comunicazione, Digital, Gestione del cambiamento

MI PRESENTO 5 domande su di me
(10738)
1 Quali sono state le competenze che ti hanno aiutata durante la tua carriera?

Il coraggio di avere dei sogni e la testardaggine di non credere ai “questo non si può fare”; la disponibilità e ascolto degli altri; la capacità di coniugare creatività e logica.

2 Hai un motto o una citazione che ti ha aiutata nei momenti difficili o che illumina ancora la tua strada?

Fermati, respira profondamente, scrivi la lista delle cose da fare e riparti.

3 Quali sono le tre competenze fondamentali per lavorare con te e per emergere in questo lavoro?

Collaborazione, disponibilità, curiosità, determinazione.

4 Che cos'è per te questo percorso di mentoring e perché lo hai scelto?

Come un viaggio in cui si condividono per un certo tempo delle esperienze con persone nuove.

5 Equilibrio vita/lavoro: come te la giochi?

Con fatica, cercando di compensare il più possibile periodi in cui sacrifico la famiglia con periodi in cui le dedico più tempo.