Benedetta Bodo Di Albaretto

Conservatrice e diagnosta dell'arte moderna e contemporanea

Altro Creativo designer

Torino

Di cosa mi occupo:
L’arte è da anni una compagna fedele, ho imparato ad amarla sotto molti aspetti ed è in nome di questa passione che ho scelto di studiare Scienza e tecnologia per i Beni culturali all’Università. Ho voluto imparare a conoscerla da un punto di vista più tecnico, per proteggerla, tutelarla e valorizzarla. Per tre anni ho tradito Torino con Ferrara, dove ho scelto di specializzarmi in Diagnostica dell’arte contemporanea e ho collaborato con la prima home gallery italiana, la MLB di Ferrara, imparando a organizzare e gestire un evento in galleria nel più bello dei contesti: quello dello scambio diretto con gli artisti. Dal contatto con loro è nato il mio progetto di tesi, in cui ho coinvolto la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, che a sua volta ha coinvolto me in un progetto di stage durato quasi quattro mesi. Con loro ho imparato cosa vuol dire essere una Registrar, seguire le fasi di scambio con altri enti museali, il trasporto delle opere, la loro messa in sicurezza. Queste competenze mi sono servite a iniziare una collaborazione come diagnosta: mi occupo di Analisi non invasive su opere d’arte di ogni genere, materiale ed epoca per preservarle, studiarne i materiali compositivi, cercare informazioni nascoste. Sono specializzata in Indagini multispettrali che comprendono Analisi in Luce visibile, Radente, Fluorescenza UV, Infrarosso BIanco/nero e Infrarosso Falso colore, Digitalizzazione (ripresa fotografica in alta definizione e creazione di archivio digitale), Condition Report e Archiviazione su base scientifica delle opere d’arte antica, moderna e contemporanea. Sono qualificata nell’affiancamento e nel controllo puntuale dello stato di conservazione delle collezioni. Ho fondato Project Marta - Monitoring Art archive, un servizio che utilizza lo strumento dell’intervista diretta all’artista come base fondamentale per raccogliere tutte quelle informazioni utili a conoscere in profondità le opere, ad allestirle, conservarle, trasportarle e imballarle in maniera corretta. Tramite l’intervista diretta all’artista potranno essere approfonditi il significato ed il processo di ricerca che ha portato alla produzione dell’opera, registrare le caratteristiche degli elementi compositivi e chiarire il rapporto tra opera e fruitore. Le interviste potranno essere corredate da riprese video relative alle varie fasi di vita dell’opera come la sua creazione, o di interesse pratico come il montaggio in sede espositiva, l’imballaggio oppure il disimballaggio dell’opera. Il modello per ogni intervista segue uno standard di base, corredato da domande aggiuntive che saranno messe a punto a seguito di ricerche in merito al percorso dell’artista, alle sue sperimentazioni e mediante confronti con il materiale via via raccolto da Project Marta. Nel tempo libero sono redattrice per le riviste d’arte online Arshake, Eastwest, Il Giornale delle Fondazioni, Collezione da Tiffany,, dopo un paio d’anni di collaborazione esclusiva con Arskey. Scrivo di mostre, artisti, eventi, di ciò che vedo e di quel che vorrei poter vedere, per raccontare in che modo mi ha colpito, perché non so ancora scrivere di qualcosa che non mi emoziona.

Perché sono in workHER:
Perchè mi incuriosiscono i nuovi canali di comunicazione

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Paola Fico
Head of Primary Markets and Regulatory Compliance
Luisa Ferrario
IT Manager
Micaela Ferruta
Senior Sell Side Analyst
Scopri