Tra appuntamenti, impegni, lavoro e cose da fare l’imperativo delle giornate multitasking è uno solo: ricordare. Eppure 2 italiani su 3 tendono a dimenticare quello che devono fare. Una soluzione c’è, si chiama memoria prospettica. Ecco come funziona.

Andare a una riunione, rispettare una scadenza, presentarsi a un appuntamento. Ma anche portare a scuola i bambini o pagare le bollette in scadenza. Sono questi gli impegni, lavorativi e non, che riempiono le nostre giornate multitasking. Quando ce li ricordiamo non ce ne rendiamo conto, ma quando li dimentichiamo è il dramma. Gli studiosi la chiamano memoria prospettica, ed è la capacità di fissare gli impegni del futuro: non dimenticare cioè quello che abbiamo intenzione di fare. “È una forma di memoria delle intenzioni”, spiega Maria Antonella Brandimonte, psicologa e ricercatrice, esperta sul tema e docente di Psicologia all’Università degli Studi Suor Orsola di Napoli “perché a differenza di quella retrospettiva (basata su cose passate come esperienze o nomi di persone che abbiamo conosciuto) si concentra sul ricordarsi di portare a termine azioni precedentemente programmate. La usiamo ogni giorno, ma è solo quando qualcosa va storto che ce ne accorgiamo davvero”. Perché qui non si tratta solo di ricordare, ma anche di stabilire obiettivi, pianificare, gestire. Così, mentre, come mostra la ricerca Altroconsumo, gli italiani per fare fronte agli impegni si destreggiano con liste (59%), appunti (51%), app e agende (50%) o sveglie (45%), gli esperti suggeriscono che il migliore rimedio è uno solo: avere consapevolezza dei propri limiti e imparare ad accettarli.

Workher_MemoriaProspettica

Scarica l’infografica

 

 

 

Pubblicato il: 30 aprile 2015
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Francesca Panzarin
Cultural Management Freelance
Gabrielle Fellus
Presidente e Trainer del Krav Maga Center KMIT e Consulente di Comunicazione
Karen Nahum
Digital director De Agostini Libri
Laura De Chiara
Imprenditrice, Business Angel e Senior Executive Marketing e Strategie

Scopri