L’Islanda diventerà il primo paese ad imporre ufficialmente la parità di stipendio per tutti i lavoratori, indipendentemente dal genere, provenienza e orientamento sessuale.


Basta chiacchiere, l’Islanda passa all’azione e questo mese il governo intende approvare in Parlamento una legislazione che renda obbligatoria per tutte le aziende con uno staff composto da più di 25 membri, una certificazione che attesti un’equa retribuzione salariale per tutti.
Già altri stati come il Minnesota (USA) hanno attuato delle politiche per certificare un equo stipendio di tutti i dipendenti, ma l’Islanda sarà la prima nazione a renderlo obbligatorio sia nel settore pubblico che in quelo privato.
Dati alla mano: le donne islandesi guadagnano circa il 14-18% in meno rispetto ai colleghi uomini e, anche se la nazione è stata classificata dal World Economic Forum come prima al mondo per parità di genere, non si accontentano certo del loro “primato”. Lo scorso ottobre, infatti, migliaia di donne si sono mobilitate in una manifestazione per ottenere un’equa redistribuzione dello stipendio. La loro protesta è stata ascoltata e accolta dal governo della terra dei geyser, il quale intende introdurre altre misure per assicurare uguaglianza nel mondo del lavoro, istituendo quote per la partecipazione femminile nei comitati del governo e nei consigli di amministrazione delle aziende.
Un’ottima notizia, un vero geyser di positività da leggere a pochi giorni dalla festa della donna: il programma del governo islandese, nazione di soli 330.000 abitanti, mira a sradicare il gender gap entro il 2022.

> Leggi anche:

Good news! In Svezia nasce il numero verde  per supportare le donne vittime di maschilismo sul lavoro

Gender gap: quando una ricorrenza può aiutare a superarlo

Pubblicato il: 10 marzo 2017
Categoria: Tag:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Paola Poli
Consulente, Imprenditore
Cristina Tagliabue
Storyteller e produttrice audiovisiva
Claudia Femora
Direttore Relazioni Esterne e Affari Istituzionali Boiron Italia
Valentina Serri
Partner Creattività

Scopri