Mettiamo da parte il pessimismo e proviamo, una volta a settimana, a raccontarvi tre buone notizie dal mondo del lavoro femminile. Scoprirete che non esistono solo gender gap incolmabili e percentuali negative. Scommettiamo?

– Bruxelles. La Commissione Europea lancia un sondaggio per raggiungere la parità uomo-donna. È stato lanciato qualche settimana fa sul sito dell’Unione Europea un questionario online che dà la possibilità ai cittadini di esprimere il proprio giudizio sui temi dell’uguaglianza di genere. Un form raccoglie fino al 21 luglio le risposte degli utenti, che saranno utilizzati dalla Commissione per elaborare nuovi strumenti e implementare un’ottica di genere nella Strategia 2020 dell’Europa. Tra gli argomenti affrontati nel sondaggio, ampio è lo spazio dedicato al tema del lavoro, ma si parla anche di violenza domestica e suddivisione dei lavori. Un’occasione importante, per far sentire la propria voce. Se vuoi partecipare al sondaggio, clicca qui.

 

– Londra. L’Unione Europea al Regno Unito: “Più politiche a favore dell’occupazione femminile dopo la maternità”. Sempre Bruxelles è intervenuta pochi giorni fa affinché il Parlamento inglese promuova politiche a favore del rientro lavorativo dopo il congedo. Un monito importante, quello dall’Unione Europea, che vede la Gran Bretagna battere un triste primato: il 13% delle donne dopo la maternità non rientra al lavoro o sceglie contratti part time, contro una media europea che si attesa intorno al 6,3%. Un report realizzato dalla Commissione Europea ha richiamato quindi l’attenzione su questo problema, ribadendo l’importanza di offrire le stesse opportunità professionali a uomini e a donne.

 

– Milano. Emma Bonino durante le Women Week: “Donne, diventiamo protagoniste”. Sono in corso fino al 10 luglio le Women’s Week di Expo, 15 giorni di incontri e dibattiti che mettono al centro della scena proprio il ruolo delle donne come motore di crescita e di cambiamento in tutto il mondo. Tantissime le protagoniste intervenute: dalla scrittrice Banana Yoshimoto all’attivista Vandana Shiva, passando per l’attrice Cristiana Capotondi e il Ministro Maria Elena Boschi. Madrina dell’evento, realizzato in collaborazione con Women for Expo, l’ex Ministro Emma Bonino, che ha colto l’occasione per ribadire l’importanza della donna non solo come “nutrice” ma anche come “protagonista nel settore della ricerca e dell’agricoltura”. “La maggior parte delle nuove start up agricole, in Italia, sono promosse da donne: troviamo il modo di valorizzare il loro lavoro”.

Pubblicato il: 3 luglio 2015
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Silvia Brena
Giornalista, CEO di una società di comunicazione
Consuelo Arezzi
Sales and strategy director digital
Manuela D\'Onofrio
Head of Global Intestment
Karen Nahum
Digital director De Agostini Libri

Scopri