Mettiamo da parte il pessimismo e proviamo, una volta a settimana, a raccontarvi tre buone notizie dal mondo del lavoro femminile. Scoprirete che non esistono solo gender gap incolmabili e percentuali negative. Scommettiamo?

Pasadena. Uno studio del Caltech dimostra che le donne sono più brave degli uomini nella programmazione di software. Chi ha detto che l’informatica è roba da uomini? Uno studio del Califonia Institute of Technology dimostra proprio il contrario. I ricercatori hanno analizzato più di 1,5 milioni di profili di utilizzatori di GitHub, piattaforma opensource basata sui contributi degli utenti. Creato un profilo, possono partecipare ai progetti, controllare il lavoro degli altri e suggerire modifiche o aggiunte, e sono proprio le proposte delle donne quelle che vanno per la maggiore. Lo studio ha infatti mostrato che il 78,8% delle proposte femminili viene accettato, mentre quelle degli uomini sono calcolate del 74,6%. Non male per un settore “da uomini”.

New York. Taylor Swift, regina dei Grammy 2016, dedica il suo discorso alle donne. Bella e bionda, con un nuovo taglio alla Anna Wintour, Taylor Swift trionfa ai Grammy 2016, ricevendo ben tre grammofoni d’oro per il suo nuovo album “1989” (miglior album vocale pop, miglior video e miglior album dell’anno). Un primato, perché Taylor Swift è la prima donna a ricevere due volte questo riconoscimento in 58 anni di Grammy. Ed è alle donne che dedica il suo discorso, pieno di orgoglio femminile: “Voglio dire a tutte le donne che ci sarà gente che cercherà di appropriarsi del vostro successo, di ostacolarvi, di prendere il merito di cose che fate voi e della vostra fama. Concentratevi su di voi, non lasciateli vincere”. Se crederete in voi stesse, un giorno arriverete dove volete. Parola di Taylor.

Roma. I rapporti diplomatici con le grandi potenze europee? Li cureranno tre donne. La diplomazia è donna, ora ne abbiamo la prova. Con l’arrivo a Roma di Jill Morris, ambasciatrice britannica, si completa il tris diplomatico femminile, con Susanne Wasum-Rainer, ambasciatrice tedesca, e Catherine Colonna, ambasciatrice francese. In questo periodo complicato per l’Europa, le fila dei rapporti diplomatici sono tenute da donne. E che donne! Forti e sicure, dal curriculum eccellente e onorificenze regali (l’estate scorsa Morris ne ha ricevuta una da Elisabetta II) e il percorso fortemente europeista, fanno sperare in proficui rapporti con l’Italia. È la forza delle donne, stavolta, a reggere le sorti dell’Unione Europea.

Pubblicato il: 19 febbraio 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Maria Caramazza
Direttore Generale Fondazione ISTUD
Francesca Panzarin
Cultural Management Freelance
Micaela Ferruta
Senior Sell Side Analyst
Silvia Brena
Giornalista, CEO di una società di comunicazione

Scopri