Family Nation, l’e-commerce che aiuta i genitori a trovare i prodotti giusti per i propri bambini , nasce dall’intuizione, dall’esperienza e dalla sensibilità di due genitori. Che in Italia hanno trovato il mercato perfetto.

Dalle Nazioni Unite a “imprenditori di se stessi”: è la (bella) storia di Emilia Mugnai e Aidan Cox, due professionisti che hanno avuto una grandiosa intuizione dettata dalla loro esperienza di genitori, e hanno deciso di avviare un’e-commerce dedicato ai bambini che non solo ha preso il volo grazie al crowfunding Mamacrowd , ma il cui quartier generale è anche in Italia. Insomma, una storia di successo da ogni punto di vista.
Emilia e Aidan, che di figli ne hanno due, Flavia e Tancredi, si sono conosciuti molti anni fa a Kabul, quando lavoravano per le Nazioni Unite. E’ stato a Bangkok, però, che hanno deciso di sposarsi e hanno cresciuto i loro due figli, sperimentando la difficoltà loro e di altri genitori di reperire, nel mondo, i prodotti giusti per le esigenze dei bambini, che magari fossero anche eco bio. Hanno così iniziato a intavolare il loro progetto durante i momenti liberi tra lavoro alle Nazioni Unite e famiglia: ma ce l’hanno fatta. Oggi, Family Nation è un e-commerce di successo di abbigliamento, intimo, premaman, idee regalo e giocattoli, e conta una clientela affezionata e un buon engagement: lo dimostrano le 3.777 recensioni positive sul web e il nutrito seguito sui social. Il progetto si è dimostrato essere un perfetto riassunto di una nuova tipologia di startup: prodotti sostenibili, risorse ottenute grazie al crowfunding, ritorno in Italia, un mercato sorprendentemente in evoluzione e perfetto per promuovere il vero Made in Italy, e un’impresa che sia anche dedita allo smart working: basti pensare che uno dei manager di punta lavora in remoto da Torino, è una donna e una mamma di famiglia. Insomma, pare proprio che storie come questa dimostrino il valore aggiunto che la maternità da’ negli affari;  Emilia, infatti, ci tiene a sottolineare come Aidan sia l’unico uomo in questo progetto, e non per presa di posizione, ma perché sono state soprattutto le donne a prendere a cuore la causa, aggiungendo all’intero processo un elemento in più, rivelatosi poi fondamentale: la sensibilità. Family Nation, infatti, è anche un luogo di scambio di opinioni e consigli, lato sempre più ricercato dalle mamme e dai papà. E a proposito di sensibilità, Emilia aggiunge di non farsi intimidire dagli investitori che non sono abituati a vedere una donna manager: è il punto di forza per distinguersi dalla massa, in un mercato che talvolta può essere soporifero. Una storia d’ispirazione, sotto tutti i punti di vista.

Leggi anche:

Vita da freelance: come gestire contratti e compensi con serenità

Professionisti: dalla laurea alla pensione, ecco tutto quello di cui hai bisogno

Bandi femminili: ecco i migliori di novembre

Pubblicato il: 3 novembre 2017
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Monica Regazzi
Partner BCG
Valentina Serri
Partner Creattività
Lauretta Filangieri
Responsabile Marketing e Digital IntesaSanpaolovita
Patrizia Rizzo
Advisor investor services

Scopri