Se questa fosse una fiaba, inizierebbe con una giovane ragazza di nome Melanie Perkins seduta nel salotto della casa dei suoi genitori a Perth, Australia, concetrata sul suo pc, intenta a trasformare un’idea in un solido business. Nella realtà le cose sono andate esattamente come nella fiaba. Melanie Perkins è oggi una delle businesswoman più importanti del mondo, con in tasca una società del valore di 1 miliardo di dollari.

Canva, la creazione di Melanie Perkins, è un software gratuito di grafica, che nasce quando la giovane era una studentessa di comunicazione all’Università dell’Australia: all’epoca insegnava agli studenti come utilizzare i software di programmazione e grafica, ma i ragazzi li trovavano difficili e con interfacce troppo complesse. Melanie ideò un sito web di design che fosse semplice e veloce da utilizzare.

Il primo test della piattaforma venne fatto con Fusion Books, un sito web che consentiva alle scuole superiori di progettare i loro annuari online e che è diventata in poco tempo la più grande casa editrice dell’Australia e di cui Melanie Perkins è ancora a capo.

A questo punto Melanie, insieme al suo compagno Cliff Obrecht, decise di lasciare l’università e dedicarsi al business full time: partì per la California per cercare potenziali investitori e dopo 3 anni ottenne un investimento dalla Silicon Valley: Canva venne ufficialmente lanciato nel 2013.

Oggi Canva conta più di 200 dipendenti, divisi tra gli uffici di Sydney, Manila e San Francisco. Melanie Perkins sostiene che gran parte del successo di Canva provenga dal passaparola, ed ha grandi ambizioni di crescita per la sua azienda: “Il nostro obiettivo è quello di permettere a tutti di fare design”, afferma la giovane CEO. Canva è disponibile in 190 paesi e 100 lingue, ed ogni secondo vengono creati 13 layout di design, dai post per i social media, inviti per feste a presentazioni di lavoro e molto altro.

La compagnia ha ricevuto inoltre il supporto di star come Guy Kawasaki, Woody Harrelson, and Owen Wilson; ora, invece di attraversare il mondo alla continua ricerca di investitori, sono loro a volare a Sydney per incontrare Perkins, dandole il lusso di poter scegliere l’investimento che più la attira.

>Leggi anche

Come scrivere una mail di lavoro in inglese

Incremento del PIL:merito della presenza femminile nelle imprese?

Le auto? Un gioco da ragazze: Katia Bassi è la prima donna manager in Lamborghini

Pubblicato il: 17 maggio 2018
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Luisa Ferrario
IT Manager
Raffaella Monzani
Responsabile Business Unit
Maria Caramazza
Direttore Generale Fondazione ISTUD
Valentina Serri
Partner Creattività

Scopri