Gmail è in continua evoluzione, quindi non perdetevi nessuna funzionalità utile: ad esempio, lo sapete che si può annullare l’invio di un’email?

Gmail è tra le caselle di posta elettronica più utilizzate: nel mondo, conta infatti ben 900 milioni di utenti attivi, e in dieci anni le sue funzionalità sono state perfezionate. Tuttavia, ci sono alcuni trucchi che permettono di personalizzare la piattaforma e l’organizzazione delle email che non tutti conoscono. Vediamo quali sono.

Hai sbagliato a mandare un’email?

Puoi annullarne l’invio entro trenta secondi. Basta attivare la funzione dalle impostazioni (procedendo, nella sezione Generali, a spuntare “Annulla Invio”) e procedere all’annullamento. Non che permetta di richiamare indietro un’email già spedita, ma Gmail applica un ritardo all’invio in modo da permettere uno scarto di tempo e annullare l’operazione.

L’uso di diversi indirizzi Gmail

Molti utenti hanno più di un indirizzo Gmail. Per gestirli entrambi senza troppe operazioni, è possibile ad esempio spostare i messaggi da un indirizzo all’altro, a patto che si scarichi l’app di Gmail su sistema operativo iOS. E’ facilissimo: basta visualizzare il messaggio, cliccare su “Modifica” e poi “Sposta”. That’s it.

L’uso del punto

Lo sapete che i punti non hanno alcun valore nella username di Gmail? Infatti, una volta aperto un account Gmail, ad esso vengono associate tutte le possibili varianti del nome (chiamate anche aliases), varianti che solitamente si formano con l’aggiunta di un punto nello username. Un esempio? “mario.rossi@gmail.com” sarà uguale a mariorossi@gmail.com”. Come mai avviene questo? Google non lo spiega: solitamente, però, per permettere di usare un indirizzo alias al posto di quello principale, ad esempio per le newsletter commerciali, in modo da non ricevere continui spam. Ma se qualcuno sbaglia a digitare il vostro indirizzo, inserendo ad esempio il punto, l’email la si riceverà ugualmente.

La Posta in Arrivo

Nel 2014, Gmail ha introdotto la possibilità di avere una Posta in Arrivo personalizzata che permettesse di distinguere tra i diversi messaggi ricevuti: lavoro, email pubblicitarie, spam, newsletter, ecc. L’uso delle schede è molto utile per gestire meglio la mole di messaggi, ma se non si volesse usufruirne, basta disabilitare la funzione tramite il tasto “Configura la casella di posta” in alto a destra.

La selezione dei messaggi in arrivo

Praticamente tutte le caselle di posta elettronica consentono di selezionare un massimo di 100 email per volta. Gmail, invece, consente la selezione dell’intera casella, tramite il tasto in alto a sinistra “Seleziona tutti i messaggi”. E la pulizia è presto fatta.

Email e calendario

Sapevate che si può coordinare un messaggio con il calendario, in modo da non perdere di vista neanche un appuntamento fissato via email? E’ possibile infatti inserire, dal menù “Altro”, un’attività aggiuntiva che rimanda direttamente a Google Calendar o Google Task, e indicare la data.

La lista nera

Infine, si può creare una black list di contatti che non potranno più inviare alcuna email. Come? Basta selezionare un messaggio dell’utente indesiderato e cliccare, accanto al tasto “Rispondi”, “Blocca questo indirizzo”. Questa funzione è stata introdotta a settembre 2015 e non tutti la conoscono. Questo filtro, infatti, permette di destinare i messaggi indesiderati direttamente nello spam. E non confonderli con quelli utili.

Pubblicato il: 18 ottobre 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Consuelo Arezzi
Sales and strategy director digital
Laura De Chiara
Imprenditrice, Business Angel e Senior Executive Marketing e Strategie
Paola Fico
Head of Primary Markets and Regulatory Compliance
Anna Maria Ricco
Responsabile Real Estate Italia Gruppo Unicredit

Scopri