Il licenziamento? Non sempre è la fine del mondo. Succede a molte, ogni giorno, e non solo a chi non è brava nel suo lavoro, ma anche a donne vittime di nuovi management, di tagli al personale, professioniste con capi poco lungimiranti o talenti incompresi. Ecco 6 esempi di donne brillanti e di successo che, dopo un licenziamento, hanno avuto la loro occasione di riscatto.

Oprah Winfrey

Sì, anche lei ha dovuto fare i conti con capi poco lungimiranti. Lavorava per il telegiornale serale del canale WJZ a Baltimora, ma dopo soli 7 mesi la notizia. “Mi hanno comunicato la cosa l’1 aprile 1977. Il direttore generale mi ha chiamata nel suo ufficio. Pensavo fosse un pesce d’aprile quando mi ha detto Abbiamo progetti più grandi per te… e invece voleva spostarmi in un contenitore al mattino”. Il motivo? Era troppo emotiva nelle storie che raccontava. Il programma però ha raggiunto in breve tempo il grandissimo successo, fino a diventare l’Oprah Winfrey Show.

 

Anna-Wintour

Anna Wintour

Licenziata dopo nove mesi dal magazine in cui aveva iniziato a lavorare come junior fashion editor, è riuscita comunque a diventare il personaggio che è oggi. “Quando lavoravo per la rivista americana Harper’s Bazaar… mi licenziarono in tronco per il mio stile troppo innovativo. Tutti dovrebbero essere licenziati una volta nella vita. È un’esperienza che insegna moltissimo”. Parola di Anna Wintour, oggi direttrice di Vogue America.

 

Rowling

K. Rowling

Prima di diventare l’autrice della serie di Harry Potter, la Rowling è stata licenziata mentre lavorava come segretaria all’ufficio inglese di Amnesty International perché troppo distratta. “Sono partita da qui per ricostruire la mia vita”, ha commentato in un suo saggio: la sua perseveranza l’ha infatti aiutata a diventare una delle più grandi scrittrici di tutti i tempi.

 

Kate-Walsh

Kate Walsh

Chi ha dovuto fare i conti con il licenziamento già da giovane è stata Kate Walsh. L’attrice di Grey’s Anatomy è stata licenziata mentre, al liceo, lavorara per Burger King. “Non piacevo al mio capo” ha poi rivelato a People.

 

Arianna-Huffington

Arianna Huffington

Nata ad Atene, si trasferisce a Londra dove scrive un bestseller. Il secondo libro però viene rifiutato da ben 36 editori. “Ho iniziato a dubitare delle mie capacità di scrittura e mi sentivo depressa” ha commentato. Dopo una parentesi nella politica, la Huffington ha fondato il suo sito di news, il famoso Huffington Post.

 

madonna

Madonna

Per lei un vero record: è riuscita a perdere il suo lavoro in un negozio della catena Dunkin’Donuts dopo un solo giorno. Prima di diventare la cantante che è oggi ha accumulato una lunga esperienza come impiegata dei fast food, finché non è entrata in contatto con l’ambiente rock della Grande Mela.

Pubblicato il: 19 maggio 2015
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Seble Woldeghiorghis
Strategic Partnerships Lead Airbnb Italia
Anna Maria Ricco
Responsabile Real Estate Italia Gruppo Unicredit
Federica De Medici
Investor Relations
Micaela Ferruta
Senior Sell Side Analyst

Scopri