La passione per la fotografia Fabiana l’ha scoperta a 8 anni quando, alla Prima Comunione, ha ricevuto in regalo la sua prima macchina fotografica. Da lì, dopo una parentesi come architetto e l’apertura di uno dei primi Family Bar in Italia, Fabiana ha capito di avere la stoffa per diventare un’artista. E oggi, oltre a scattare foto, ringrazia un marito che le ha dato la fiducia giusta per mettersi in gioco. E un ex che le diceva che non sarebbe mai arrivata da nessuna parte.

“Una stanza tutta per sé”. Così scriveva in una delle sue poesie Virginia Woolf, una delle autrici che più ho apprezzato quando, ancora giovane, studiavo per trasformare la mia passione per le forme e per l’arte in un lavoro che mi appagasse. Volevo uno spazio tutto mio, un nascondiglio dove potermi ritirare quando, già da piccola, costruivo capanne in giardino, fatte di teli, sedie, coperte e infinite aspirazioni. Ho studiato architettura, mi sono laureata, ho superato un esame di stato e per sei anni ho progettato case, palazzi e abitazioni.

Poi però qualcosa è cambiato. Sentivo di voler costruire qualcosa di mio, che facesse la differenza nella vita delle persone. Nell’ottobre 2014 decido così di aprire a Brescia Artebimba, uno dei primi Family Cafè in Italia, uno spazio colorato in un quartiere residenziale dove mamme e papà potevano bere un caffè mentre i loro bambini giocavano al loro fianco. Grazie a questo progetto ho potuto mettermi alla prova con i clienti, lanciarmi nel campo della ristorazione e soprattutto ritrovare (sembra strano dirlo) la mia libertà. La gestione del locale era affidata interamente a me: organizzavo laboratori, incontri e anche mostre. Perché Artebimba mi aveva dato la possibilità di riscoprire il mio lato creativo: ogni settimana allestivo un set dove i clienti potevano farsi fotografare e ricoprire i ruoli più disparati. Con il passare dei mesi, mi sono resa conto che stavo crescendo da un punto di vista artistico e che era arrivato il momento di provare a trasformare la mia passione per lo scatto fotografico in un vero e proprio lavoro.

Amavo stare con le persone, il Family Cafè è stato un ottimo punto di partenza, ma mi sono resa conto che fare foto è ciò che oggi mi avrebbe reso felice. L’avevo capito dalla prima macchina fotografica, ricevuta in regalo alla Prima Comunione, di avere un debole per i ritratti: amo stare con le persone, conoscerle, parlare, entrare in contatto con loro, e il momento dello scatto diventa una situazione protetta, dove tutti possono esprimere i loro lati nascosti. E raccontare di sé, in un dialogo immaginario fatto di silenzi e sorrisi impliciti. Oggi mi divido tra la mia vena artistica, fatta di passione e creatività e la “gavetta”, costruita con le serate in discoteca, matrimoni e celebrazioni.

Certo, non sono mancati i momenti difficili, ed è stato fondamentale il supporto di mio marito. Perché quando avevo da poco perso mio padre, ho attraversato un periodo “no”. Mi sentivo sola, senza responsabilità, incapace di raggiungere qualsiasi mio obiettivo lavorativo. Così, mentre un vecchio fidanzato, quando parlavo dei miei sogni, diceva che non sarei mai arrivata da nessuna parte, il mio compagno attuale mi ha saputo dire ”inizia a studiare”, senza mai mettere in dubbio che io avessi la stoffa per diventare una brava fotografa. “Da grande vorrei vivere tutti i giorni facendo quello che mi piace”, mi ripetevo da piccola, quando mi chiedevano di parlare del mio futuro. Ora posso dire di aver mantenuto fede ai miei propositi e di poter ambire a qualcosa di più grande. Per esempio: arrivare un giorno ad esporre uno dei miei scatti al Moma.

Per entrare in contatto con Fabiana, visita il suo profilo workHer.

Pubblicato il: 7 gennaio 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Patrizia Rizzo
Advisor investor services
Angela Di Luciano
Editor
Paola Poli
Consulente, Imprenditore
Ludovica Lardera
CEO I-Faber Spa

Scopri