Se si vuole avviare un’attività nel campo della ristorazione, il corso Somministrazione Alimenti e Bevande è previsto per legge: ecco quali sono i requisiti, cosa si studia e come sostenere l’esame finale.

Basta, mollo tutto e apro…un ristorante! O uno street food, o qualsiasi altra attività nella ristorazione. Attenzione però: quello del food è un campo molto delicato, che necessita delle giuste competenze e l’acquisizione di titoli ad hoc. Uno di questi è il corso SAB (Somministrazione Alimenti e Bevande). Vediamo quali sono i punti salienti del corso e come fare per ottenere la qualifica.

Che cos’è

Il corso SAB (ex Rec ) permette di ottenere l’abilitazione allo svolgimento di attività legate alla somministrazione di alimenti e bevande, come previsto dal D.Lgs. 26 marzo 2010 n. 59 e Legge Regionale n. 6 del 2 febbraio 2010 “Testo Unico delle leggi regionali in materia di commercio”. L’attestato è rilasciato dalla Regione e dalla Camera di Commercio, ed è uno dei corsi senza il quale aprire attività nel campo della ristorazione non è consentito per legge.

Quali sono i requisiti minimi per partecipare?

In Italia, requisiti minimi per la partecipazione al corso – che dovrà essere seguito presso una scuola accreditata – è aver ottenuto il diploma di terza media, aver compiuto diciotto anni e parlare un fluente italiano. Per chi, invece, non è nato in Italia ma ha intenzione di avviare un’attività sul territorio italiano, sono necessari anche il permesso di soggiorno e la traduzione del titolo di studio equipollente. L’ottenimento dell’attestato consente di esercitare in tutto il territorio italiano, secondo la normativa italiana sulla reciprocità delle regioni, previo il superamento di un esame finale. Attenzione! La frequenza è obbligatoria: solitamente si aggira attorno all’80% delle lezioni.

Quali sono le materie di studio?

Durante il corso sarà possibile approfondire materie come l’HACCP, ovvero il piano di autocontrollo, come scegliere i fornitori e come rintracciare i prodotti, le norme da rispettare per trattare le materie prime, la conformità di conservazione e igiene degli ambienti e gli obblighi del personale; una fase importantissima è rappresentata dallo studio dei microrganismi, e da quali sono i metodi di conservazione degli alimenti per non correre rischi. Un ulteriore aspetto utile del programma, è lo studio dell’aspetto legislativo, che sarà quello più ostico da gestire all’apertura della vostra attività: come fare la dichiarazione dei redditi? Perché conservare ricevute e scontrini, e in che modo presentarsi ad un controllo della Guardia di Finanza? Come si usa il registratore di cassa? Infine, per permettere alla propria attività di decollare, saranno forniti anche utili strumenti di marketing per analizzare le migliori strategie di comunicazione, il mercato e i concorrenti, l’approccio col cliente e la stesura di un business plan. Si tratta quindi di un corso che prepara all’attività di ristoratori a 360 gradi, senza tralasciare nulla ma, anzi, professionalizzando in modo completo.

Devo sostenere un esame finale?

Sì, il corso SAB prevede il superamento di un esame finale per l’acquisizione della qualifica. Dopo una frequenza minima dell’80% delle lezioni, si affronterà una prova scritta e una prova orale, superate le quali si ottiene l’Attestato di Competenza Abilitante all’Esercizio dell’Attività di Somministrazione Alimenti e Bevande. E si potrà aprire la propria attività, conoscendone tutti i segreti.

Posso fare il corso online?

La tipologia di frequenza del corso dipende da regione a regione: in alcuni casi è possibile seguire le lezioni online e sostenere l’esame in sede, ma è bene informarsi sul riconoscimento regionale di competenza, in assenza del quale il corso non è abilitante. Informarsi bene è il primo passo: attenzione alle truffe! Attenzione quindi: prima di acquistare un corso online, bisogna verificare che sia riconosciuto, chiedendo espressamente alla Camera di Commercio della propria città.

 

Pubblicato il: 15 settembre 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Silvia Brena
Giornalista, CEO di una società di comunicazione
Monica Regazzi
Partner BCG
Angela Di Luciano
Editor
Carola Villafranca Soissons
AD di Proposition

Scopri