Hai un blog, un sito o vuoi lavorare scrivendo online? Scopri questi quattro consigli seo, per farti notare nella giungla del web. E trovare nuovi lettori.

Secondo una recente ricerca dell’istituto di ricerca Statistic Brain, ogni giorno vengono effettuate su Google 3,3 miliardi di ricerche: miliardi di domande che gli utenti pongono al motore di ricerca più utilizzato al mondo, con conseguenti possibili risposte. Sì, perché tantissimi sono gli articoli e le pagine che si trovano online. Dai blog, passando alle testate giornalistiche, fino alle piattaforme di informazione, finire per essere dimenticati nel mare magnum della rete è facilissimo. Per questo servono alcune dritte che consentano di navigare tra le acque del mondo digitale senza affondare: dritte meglio conosciute come attività Seo.

SEO: di che cosa si tratta?
La Search Engine Optimization è un’attività digitale che ha come obiettivo attirare su un sito (il tuo) gli utenti che esprimono un bisogno attraverso una ricerca (ovvero: chi fa una ricerca su un qualsiasi motore di ricerca). Per questo, per attirare gli utenti su un sito è importante lavorare su fattori che possono migliorare la rilevanza di un sito web (un blog o una pagina) percepita dai motori di ricerca. Secondo le ricerche infatti, 1 utente su 4 clicca sul primo risultato nell’elenco di quelli riportati da Google, 1 su 5 sul secondo, poco più di 1 su 10 sul terzo e così via. Sei ancora sicura che per essere lette sul web sia sufficiente scrivere bene? 

Serp non è rank (e non è nemmeno una query)
Come si chiama la lista dei risultati che appare quando scrivi qualcosa su Google? E la posizione della pagina tra i siti? Se non sei molto ferrata sull’ABC del seo, ecco una lista di parole per aiutarti a compiere i primi passi e iniziare a far fruttare i nostri consigli:
– Indicizzazione: azione compiuta dal motore di ricerca, che consiste nell’aggiungere una pagina web all’archivio dei siti (database) del motore.
Keyword: letteralmente “parola chiave”, è un termine particolarmente attinente a un dato argomento. Gli utenti che effettuano ricerche sui motori inseriscono spesso una o più parole chiave che ritengono inerenti ai contenuti che vogliono trovare. I motori di ricerca riportano poi all’utente un elenco di pagine web in cui compaiono le keyword inserite.
Rank: è la posizione di una pagina. È il posto che occupa tra i risultati di una determinata ricerca effettuata su un determinato motore. La lista di pagine web mostrata da un motore come risultato di una specifica ricerca si chiama invece ranking.
Query: una generica domanda fatta a un motore di ricerca da un utente. Il tipo di interrogazione più comune è la normale ricerca di uno o più termini tra le pagine web.
Serp: è la pagina di risultati che i motori restituiscono e che contiene l’elenco delle pagine web inerenti la ricerca effettuata.

4 consigli per migliorare il tuo ranking

  1. Titoli descrittivi (e con la parola chiave)
    Sembra banale dirlo, ma è uno dei primi elementi da non trascurare quando scrivi un articolo, perché deve chiarire ed esplicitare il contenuto dell’articolo o della pagina a cui rimanda. Inserisci la parola chiave che hai scelto per il tuo testo (meglio se in apertura). Il titolo apparirà nella serp e deve essere il più descrittivo possibile.
  1. Formattazione: sì ai paragrafi
    I contenuti testuali sono i più importanti per migliorare il ranking di una pagina. Usa la parola chiave senza forzature o eccessive ripetizioni. E assolutamente vietato il “muro” di testo: evita il testo fitto, con poca interlinea, dividi il più possibile in paragrafi e sfrutta elenchi puntati, grassetti e link di approfondimento. I lettori apprezzeranno e tu crescerai nella serp.
  1. Non solo parole
    Anche le immagini hanno un senso. La descrizione dell’immagine (l’alternative text) va utilizzata con le parole chiave che la descrivono (massimo 6 o 7). E attenzione al peso del file: potrebbe portare problemi al caricamento della pagina, con conseguente allontanamento da parte dei tuoi lettori.
  1. Link ben contestualizzati
    I link sono un servizio per l’utente: arricchiscono il testo e lo rendono ancora più utile per chi lo legge. Sfruttali il più possibile, rendili ben visibili e contestualizzati all’interno dell’articolo: per intenderci, niente “clicca qui” o “scopri qui”!
Pubblicato il: 17 marzo 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Francesca Panzarin
Cultural Management Freelance
Anna Maria Ricco
Responsabile Real Estate Italia Gruppo Unicredit
Lauretta Filangieri
Responsabile Marketing e Digital IntesaSanpaolovita
Carola Villafranca Soissons
AD di Proposition

Scopri