Silvia Brena

Giornalista, CEO di una società di comunicazione

Milano

Di cosa mi occupo:
Dopo aver diretto un paio di magazine per donne, ho dato vita a una start up femminile che oggi è una solida società di comunicazione.

Sono conosciuta per:
Aver diretto un paio di magazine femminili di rilevanza nazionale, aver scritto una serie di romanzi per giovani donne editi in 18 Paesi al mondo, aver dato vita dieci anni fa a una start up femminile che oggi è una solida società di comunicazione. Credo nella resilienza, e nel magico potere femminile di avere sempre uno sguardo aperto sul mondo.

Competenze:
Editoria, Management culturale, Comunicazione, Imprenditoria femminile

MI PRESENTO 5 domande su di me
(7507)
1 Quando ti arrabbi/hai una difficoltà sul lavoro, come reagisci?

Ooomm.

2 Qual è la più grande soddisfazione lavorativa che hai avuto nella tua vita?

Lo sguardo dei miei collaboratori quando un progetto prende vita. E la gratitudine che riesco a comunicare loro.

3 Quando hai bisogno di un consiglio professionale, a chi lo chiedi?

Ai Ching, un antico metodo di divinazione cinese, che in realtà è uno strumento di conoscenza profonda di sé, basato sul Tao. E poi alla mia socia, a mia figlia, a mio marito, all’amica psicoanalista, all’amica amica, ai ragazzi che lavorano con me.

4 Se hai un colloquio davvero importante, come ti vesti e che cosa fai per darti sicurezza?

Faccio yoga. E mi vesto come tutti i giorni, in nero, niente di griffato, ma un capo particolare a segnare un tratto distintivo (l’ho imparato nei lunghi anni di “militanza” nelle redazioni dei giornali femminili).

5 Equilibrio vita/lavoro, come te la giochi?

È stata dura, soprattutto conciliare i due ruoli: mamma e lavoratrice. Ce l’ho fatta? Chi può dirlo, la mia è una generazione che ha “sperimentato”.