Mettiamo da parte il pessimismo e proviamo, una volta a settimana, a raccontarvi tre buone notizie dal mondo del lavoro femminile. Scoprirete che non esistono solo gender gap incolmabili e percentuali negative. Scommettiamo?

Roma. Il sondaggio Istat: la felicità sul lavoro? Le donne sono più soddisfatte degli uomini. L’indagine annuale dell’Istat “Aspetti della vita quotidiana”, pubblicata pochi giorni fa, ha indagato il livello di soddisfazione lavorativa degli italiani. Il risultato? Sorprendente: le donne che si sono definite molto o abbastanza soddisfatte del proprio lavoro sono il 76,5%, mentre gli uomini il 73,6%. Il livello di soddisfazione è omogeneo nel territorio, anche se nel Centro la differenza si attenua (77,6% delle donne contro il 76,7% degli uomini). Insomma, alle donne piace lavorare. Persino più degli uomini.

New York. #NotTheCost: la campagna virale che ferma la discriminazione contro le donne in politica. Il National Democratic Institute, l’organizzazione impegnata da anni nel sostegno delle istituzioni democratiche, e UNWomen, l’Ente ONU per l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile, hanno lanciato una call to action globale per combattere la discriminazione contro le donne in politica. Un’iniziativa importante, visti gli insulti e le continue minacce e violenze che le donne leader ancora si trovano ad affrontare: un esempio? La storia di Susana Villaràn, sindaco di Lima che ha raccontato come in Perù, dove si terranno le elezioni presidenziali il prossimo mese, il 39% delle leader abbia dichiarato di aver subito molestie e insulti per il proprio lavoro. #NotTheCost nasce perché, come affermato da Madeleine Albright, presidente del NDI, “La violenza contro le donne non deve essere il costo della politica”: guidare un Paese, aiutare le persone, non deve avere come prezzo la dignità o addirittura la propria vita.

Hanoi. Vietnam: eletta la prima donna presidente del Parlamento. È stata eletta in questi giorni la prima donna del Parlamento vietnamita: si tratta di Nguyen Thi Kim Ngan, ex direttrice finanziaria della provincia di Ben Tre e membro del Partito Comunista. La candidata, 61 anni, ha ottenuto il 95,5% dei consensi da parte dell’Assemblea Nazionale. Un passo importante, questo, per un Paese che non brilla per parità di genere: la presenza di donne all’interno del Parlamento, infatti, si aggira oggi intorno al 25%. Che qualcosa, in Vietnam, stia finalmente iniziando a cambiare?

Pubblicato il: 1 aprile 2016
Categoria:
COMMENTA

Devi essere registrato per poter lasciare un commento

RICHIEDI UNA MENTORSHIP

Le Mentor sono donne che hanno raggiunto posizioni lavorative appaganti e che mettono a disposizione il loro tempo e la loro esperienza in un percorso di mentorship a carattere personale e totalmente gratuito.

Patrizia Rizzo
Advisor investor services
Consuelo Arezzi
Sales and strategy director digital
Francesca Panzarin
Cultural Management Freelance
Micaela Ferruta
Senior Sell Side Analyst

Scopri